A Clab l’incarico per la definizione delle strategie di comunicazione di Gruppo Cura.

30-08-2021

Mai come oggi il settore energetico risulta di importanza strategica. Il benessere delle persone e del pianeta e la competitività delle aziende sono più che mai dipendenti dalla disponibilità di risorse energetiche sicure, accessibili, sostenibili. In questo quadro d’insieme si inserisce l’incarico affidato a Clab per far esprimere posizionamento e identità di Gruppo Cura, realtà in continua crescita, costituita da cinque società integrate e specializzate in settori diversi nel campo energetico.

“Quella con il Gruppo Cura – interviene Gianluca Adami, amministratore unico di Clab Comunicazione - è una collaborazione in corso da diversi anni, attraverso una serie di attività che vanno dalla comunicazione on e off-line alla formazione in ambito digitale. Il nuovo incarico ci ha visto collaborare con le diverse funzioni aziendali per manifestare valori e visione strategica del Gruppo: ora, definito il posizionamento sul mercato, siamo nella fase di presentazione di una nuova strategia di comunicazione, articolata su una molteplicità di canali, e di una strategia creativa che proporrà nuovi linguaggi e nuovi contenuti.” Un progetto sfidante ed entusiasmante, pensando al ruolo sociale dell’energia e alla sua influenza nella vita delle persone a partire dall’impatto sull’ambiente in cui vivono”.

“Dopo aver comunicato la specializzazione delle singole società attraverso cui si articola l’ampiezza della nostra offerta - commenta Alessandra Frigato Bonello, Direttore generale Cura Gas & Power S.p.A. - in questa fase storica diventa fondamentale definire ruolo, identità e visione del Gruppo Cura, realtà in grado di sintetizzare il senso e l’indirizzo di attività così complesse e strategiche. Il lavoro di analisi e sintesi fatto con Clab consolida la nostra voce sul mercato in un momento in cui l’energia è il fulcro del cambiamento, come appare evidente anche nei documenti di programmazione economica che vedono il tema della transizione energetica al centro del rilancio del sistema paese e dell’intera comunità europea.”