News

Un benvenuto nel Clab a Francesco Scapin e Riccardo Ciunci,  nuovi direttori creativi.
26.03.2019

Un benvenuto nel Clab a Francesco Scapin e Riccardo Ciunci, nuovi direttori creativi.

La scelta di due professionisti con esperienze internazionali è un segnale forte che l’agenzia vuole dare al mercato, con l’obiettivo di far esprimere i brand in modo sempre più creativo, innovativo ed efficace.

Francesco Scapin, art director con oltre 15 anni di esperienza, proviene dal gruppo Armando Testa, dove ha seguito clienti nazionali ed internazionali del settore alimentare, farmaceutico, bancario, elettronica di consumo e infanzia, vincendo due Key Awards nelle categorie Spot Export e Press, Outdoor & Promotion.

Riccardo Ciunci, copywriter, con un passato in agenzie internazionali come DDB, MC Saatchi e SapientNitro, ha curato la comunicazione di importanti brand nei settori automotive, food&beverages, grande distribuzione ed elettronica di consumo. Con alcuni di loro si è aggiudicato diversi riconoscimenti sia italiani che internazionali tra cui New York Festival, Nc Awards, Luerzer’s Archive ed Epica.

In una nota Gianluca Adami, cofondatore e direttore strategico dell’agenzia: “La scelta di Clab di inserire due figure importanti come quelle di Riccardo e Francesco rientra nel processo di evoluzione dell’agenzia sempre più orientata nell’offrire progetti crossmediali integrati. Dopo tre anni di consolidamento del portfolio clienti, siamo pronti ad un vero e proprio salto di qualità creativa nell’offerta dei nostri servizi. Credo che una solida direzione creativa insieme ad una forte direzione strategica possano fare veramente la differenza per i brand”.

Francesco e Riccardo guideranno l’area creativa composta da 10 professionisti con competenze specifiche, favorendo l’integrazione di ogni fase del processo di comunicazione con l’obiettivo di offrire ai clienti sempre più propositività, creatività ed efficacia. “Vogliamo dare un’impronta nuova ai lavori che facciamo - spiegano Riccardo e Francesco - non si tratta solo di alzare l’asticella della creatività, ma di creare nuovi linguaggi di comunicazione capaci di emozionare, coinvolgere e mettere in stretto contatto i brand e le persone”.

Torna alle

News

Associati a

confindustria2018
unicom

Partner

cueim